Archivi del mese: ottobre 2017

“Sculture da Viaggio omaggio a Bruno Munari”

manifesto-sculture-da-viaggio

22467665_10214991627928199_3973908717884830830_oMuseo Regionale Interdisciplinare di Caltanissetta
Contrada Santo Spirito – Tel. : 0934567062 – fax 0934567086

“Sculture da Viaggio omaggio a Bruno Munari”
a cura di Calogero Barba

inaugurazione Sabato 14 Ottobre 2017 ore 18,00

dal 14 Ottobre al 31 Dicembre  2017

Caltanissetta – Si è inaugurata Sabato 14 Ottobre 2017 alle ore 18,00 presso il Museo Regionale Interdisciplinare di Caltanissetta, diretto dall’arch. Giovanni Crisostomo Nucera, la mostra dal titolo “Sculture da Viaggio omaggio a Bruno Munari”, un omaggio a 110 anni dalla nascita dell’artista, insigne protagonista delle avanguardie storiche del Novecento fin dai primissimi anni Trenta e delle ricerche estetiche e artistiche internazionali, grande anticipatore della comunicazione e del design creativo del XX secolo. L’esposizione gode del patrocinio dell’AMACI in occasione della tredicesima Giornata del Contemporaneo.
La mostra a cura di Calogero Barba è realizzata in collaborazione con l’Associazione Culturale QAL’AT Artecontemporanea e l’Archivio di Comunicazione Visiva e Libri d’Artista.
L’esposizione si inoltra nel versante della scultura leggera, inventata e sperimentata da Munari a partire dagli anni cinquanta.
Sculture pieghevoli da mettere in valigia e portare con sé, lungo il proprio viaggio nel mondo, in modo da portarsi dietro un elemento del mondo culturale proprio da installare su piani o mensole di una impersonale stanza d’albergo.
Agli artisti invitati è stato chiesto di progettare e reinventare la scultura da viaggio con materiali come carta, cartoncino, legno, lamierino, acetato, silicone o altro, mettendo in evidenza la dimensione “volumetrica/spaziale” e al contempo la leggerezza della scultura non celebrativa discesa dal piedistallo e posta in qualsiasi anonimo basamento di uno spazio fruibile interno o esterno. Piccole opere in forma di scultura realizzate e progettate in bozzetti prototipo sviluppate con elementi plastici capaci di dialogare con lo spazio circostante attraverso svariate elaborazioni di forme, volumi, colore e luci.
Questa è stata l’idea artistica e creativa magistralmente concepita molti anni fa da Munari intesa come vita, lavoro e gioco dell’attività creativa e manipolativa dei materiali.
Gli artisti invitati si sono concentrati sui diversi aspetti dei materiali manipolabili e leggeri pensando in maniera tridimensionale e, tramite lo studio strutturale geometrico di piani e linee, hanno sviluppato nuove idee con forme tridimensionali e volumetriche che interagiscono fra di loro e lo spazio. La mostra propone settanta opere, dove la scultura si manifesta nella sua essenza plastico-spaziale anche in forma di libro-oggetto-sfogliabile che diventa altro manufatto: opera indipendente, oggetto creativo sperimentale.
Opere di: Giuseppe Agnello, Paolo Albani, Fernando Andolcetti, Dmitry Babenko, Tiziana Baracchi, Calogero Barba, Umberto Basso, Anna Boschi, Rossana Bucci, Nicola Busacca, Alfonso Caccavale, Francesco Antonio Caporale, Gianni Caruso, Maria Teresa Cazzaro, Cosimo Cimino, Ryosuke Cohen,Tonia Copertino, Eleonora Cumer, Teo De Palma, Marcello Diotallevi, Giovanna Donnarumma, Juan Esperanza, Roberta Fanti, Cinzia Farina, Fernanda Fedi, Luc Fierens, Ivo Galassi, Antonella Gandini, Rosario Genovese, Gino Gini, Lillo Giuliana, Mario Glauso, Nando Granito, Francesco Grasso, Alessio Guano, Paolo Gubinelli, Gennaro Ippolito, Emily Joe, Mario Lagos, Michele Lambo, Alfonso Lentini, Margherita Levo Rosenberg, Oronzo Liuzzi, Ruggero Maggi, Renzo Margonari, Patrizio Maria, Virginia Milici, Gabi Minedi, Massimo Palumbo, Enzo Patti, Franco Panella, Alexey Parygin, Giancarlo Pavanello, Walter Pennacchi, Natale Platania, Franco Politano, Giovanni Proietto, Giuseppina Riggi, Salvatore Salamone, Antonio Sassu, Alba Savoi, Roberto Scala, Attilio Scimone, Danilo Sergiampietri, Lucia Spagnolo, Franco Spena, Delfo Tinnirello, Agostino Tulumello, Giovanna Vinciguerra, Andrea Vizzini, Nicola Zappalà.

Orari ingresso : Tutti i giorni 9,00-13,00 e 15,30 -19,00. Chiuso l’ultimo lunedì del mese

Nella foto il Sindaco di Caltanissetta Dott. Giovanni Ruvolo, il Direttore del Museo Arch. Giovanni Crisostomo Nucera e Calogero Barba curatore della mostra.

22448337_10214999904775115_3683560593498582211_n22424566_10215001219847991_927578478061885517_o

22339608_10215001049363729_18364281548059949_o

22528963_10215001049083722_6638094771220542616_o22550407_10215001059403980_4668299598294149065_o22426487_10215001058643961_4215552540026606252_o22548780_10215001059043971_7461428402550554781_o22426437_10215001058443956_4939833801120817521_o-122520244_10215038323815567_3095900688971161711_o22426524_10215001072804315_7557143132727985988_o22467528_10215001072044296_7508380076594366499_o22467309_10215001056843916_3035251649216921403_o